l'Impresa in edicola
n° 02/2017
area abbonati

News

I contact center del settore pubblico, buone prassi

9 maggio 2012




Quante volte l'abbiamo sentito ripetere: non è pensabile che le varie aree della pubblica amministrazione non si parlino fra di loro e non condividano le pratiche migliori, le informazioni, le soluzioni a problemi spesso ricorrenti. Bene, domani i manager del settore pubblico si siederanno attorno a un tavolo a condivideranno i risultati di un confronto portato avanti sul tema dei contact center, dagli aspetti finanziari a quelli legali, dalle criticità operative alle pratiche di gestione del personale.

Il gruppo di lavoro, composto da diciannove aziende e enti del settore pubblico, ha effettuato un'analisi con l'utilizzo di un poderoso questionario (ben 180 domande), prendendo in esame sia i contact center al pubblico sia i cosiddetti help desk, soprattutto quando dati in gestione esternalizzata. Il risultato dell'analisi evidenzia parecchie differenze fra le diverse esperienze sugli aspetti sia qualitativi che quantitativi e riesce a individuare alcune buone pratiche che dovrebbero servire da riferimento. Perché il tema della gestione della relazione con gli utenti è senza dubbio uno dei temi attraverso i quali passa la bontà o meno del rapporto Stato-cittadini. 

Sono previsti interventi dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, dell'Enel, di Lombardia Informatica e poi ancora dell'Inpos e di Gse. Lo studio è stato curato, nell'organizzazione e poi nella promozione, dalla società Vanguard Communications. La tavola rotonda sarà condotta dalla giornalista Letizia Olivari.

Appuntamento per giovedì 10 maggio,Roma, sala conferenze di Gestore Servizi Elettrici, GSE, Viale Maresciallo Pilsudski, 92 (quartiere Parioli) – inizio registrazione ore 9.15

Giovanna Guercilena
Si occupa di giornalismo economico cercando di allargare lo sguardo al mondo. Scrive in mercati, formazione, tendenze e interviste.
Altri articoli
Gli autori dell'Impresa