In edicola
n° 06/2017
area abbonati
Archivio articoli
2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010
Autori
Acoté Massimiliano Cannata Daniele Chieffi Giampaolo Colletti Paola Conversano Luigi Dell'Olio Vito Di Bari Antonio Dini Emanuele Facile Gaia Fiertler Giovanna Guercilena Giovanni Medioli Giorgio Neglia Andrea Notarnicola Letizia Olivari Maria Cristina Origlia Daniela Ostidich Paola Stringa Marco Todarello Danilo Zatta
Il Sole 24 Ore Shopping 24

Attualit

Italiani più longevi al mondo: nuovi guai per la previdenza

25 luglio 2012




Una notizia bellissima, ma non per le casse dell'INPS e degli altri enti di previdenza italiani. Infatti il Consiglio Nazionale degli Attuari, che sono quei professionisti che calcolano le statistiche per le assicurazioni e gli enti di previdenza, nella sua riunione che si è tenuta lo scorso 16 luglio a Roma ha rivelato che la longevità prevista per i 65 enni italiani che oggi vanno in pensione è di 88 anni per gli uomini e 65 per le donne.

Questi i dati previsionali per il 2040: ricordiamo che l'aspetattiva di vita precedente dei 65 enni italiani percettori di pensione, formulata nel 2009, era di 84 anni per gli uomini e di 88 per le donne. L'ipotesi degli attuari è stata formulata dopo aver analizzato ben 10 milioni di posizioni, ovvero tre quarti degli italiani dai 65 anni in su e proietta il nostro paese ai vertici fra i paesi più longevi del mondo.

Tuttavia il previsto incremento di nella longevità nei prossimi 25 anni non riguarda tutti gli italiani, ma solo quelli che percepiranno una pensione, perché, come affermato dagli Attuari "chi percepisce una rendita pensionistica vive di più della media dell'intera popolazione". L'Istat stima ancora per il 2012 una speranza di vita alla nascita per gli italiani a 79 anni per gli uomini e 84 per le donne (ovviamente la speranza di vita a 65 anni è strutturalmente più elevata perché non incorpora nella statistica i decessi avvenuti prima dei 65 anni).

Secondo lo studio la speranza di vita dei percettori di pensione italiani a 65 anni è aumentata dell'1% all'anno negli ultimi 30 anni. Un dato che pone seri dubbi sulle possibilità di tenuta dei conti previdenziali nazionali malgrado la riforma Fornero. 

Come dire che gli italiani sono potenzialmente longevi, longevissimi a patto di non tagliargli le pensioni. Cioè crisi permettendo.

Giovanni Medioli
Giovanni Medioli, giornalista esperto di finanza e credito, blogger, coordinatore della “Guida del Sole 24 Ore a Basilea 2” e coautore della “Guida Pratica del Sole 24 Ore al credito alle Pmi”.
Altri articoli
Gli autori dell'Impresa