In edicola
n° 03/2017
area abbonati
Archivio articoli
2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010
Autori
Acoté Massimiliano Cannata Daniele Chieffi Giampaolo Colletti Paola Conversano Luigi Dell'Olio Vito Di Bari Antonio Dini Emanuele Facile Gaia Fiertler Giovanna Guercilena Giovanni Medioli Giorgio Neglia Andrea Notarnicola Letizia Olivari Maria Cristina Origlia Daniela Ostidich Paola Stringa Marco Todarello Danilo Zatta
Il Sole 24 Ore Shopping 24

Mercati

Alle banche piace la casa in legno

17 ottobre 2013




Casa in legno, Rubner HausMolto diffuse in Germania e ancor più nei paesi nordici, le abitazioni in legno mettono a segno un buon risultato anche in Italia. La principale azienda del settore, l'altotesina Rubner Haus, ha difatti siglato un accordo con Auxilia Finance per la concessione di finanziamenti agevolati a tassi competitivi dedicati proprio a chi desidera costruirsi una casa in legno.

Nata tre anni fa, Auxilia Finance è la società di mediazione creditizia che riporta al 100% alla Fiaip, la Federazione italiana degli agenti immobiliari professionali, e conta oggi su circa trecento consulenti. "Per il comparto abitativo in legno – dichiara Samuele Lupidii, responsabile organizzazione e operations per Auxilia – c'è una grande attenzione in virtù dell'alto valore aggiunto che può portare al mercato" A questo tipo di abitazioni vengono riconosciute doti importanti sul fronte della sicurezza antisismica e della resistenza al fuoco, ma anche dell'efficienza energetica e dell'impatto ambientale complessivamente inteso.

Attiva da quasi un secolo – tutto cominciò nel 1926 col capostipite Josef Rubner Senior – la Rubner Haus ha già realizzato qualcosa come 15mila edifici in legno. E non pensiamo si tratti soltanto di casette romantiche senza pretese; al contrario, sono abitazioni dotate di tutti i confort e in grado di sfruttare la tecnologia più attuale. Sempre con un occhio di riguardo alla sicurezza, visto che in presenza di simulazioni di 40 scosse bidirezionali a intensità crescente di un terremoto con potenza pari a 8 gradi della scala Richter, valore mai registrato in Italia, le abitazioni Rubner hanno brillantemente superato tutti i test. Del resto, con una resistenza paragonabile a quella del cemento armato ma con una massa cinque volte inferiore, il legno è proprio la materia prima d'elezione per la ricostruzione in zone ad alto rischio sismico, così come è difatti successo in Friuli, Irpinia, Umbria, Abruzzo e, più recentemente, in Emilia. Ma il legno se la cava bene, per quanto strano possa sembrare, anche contro il fuoco, garantendo una resistenza statica superiore a quella di altri materiali. In pratica, in caso di incendio il legno non collassa velocemente come invece fa, ad esempio, l'acciaio. 

Giovanna Guercilena
Si occupa di giornalismo economico cercando di allargare lo sguardo al mondo. Scrive in mercati, formazione, tendenze e interviste.
Altri articoli
Gli autori dell'Impresa