In edicola
n° 06/2017
area abbonati
Archivio articoli
2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010
Autori
Acoté Massimiliano Cannata Daniele Chieffi Giampaolo Colletti Paola Conversano Luigi Dell'Olio Vito Di Bari Antonio Dini Emanuele Facile Gaia Fiertler Giovanna Guercilena Giovanni Medioli Giorgio Neglia Andrea Notarnicola Letizia Olivari Maria Cristina Origlia Daniela Ostidich Paola Stringa Marco Todarello Danilo Zatta
Il Sole 24 Ore Shopping 24

Consumi & Società

E alla fine si muovono anche i consumatori

3 novembre 2015




Tempo libero, elettrodomestici, informatica, telefonia, fotografia, veicoli, casa, efficienza energetica: freccia verso l'alto per le intenzioni di acquisto delle famiglie italiane in tutti i settori economici dell'indagine mensile Findomestic, probabilmente la maggiore società nazionale di credito al consumo, che da anni monitora intenzioni e sentimenti dei consumatori italiani (www.infofindomestic.it). Aumenta la soddisfazione per il paese e personale, crescono di ben 6 punti percentuali (dal 24,2% di ottobre 2014 al 30,2% di ottobre 2015) coloro che pensano di aumentare la quota dei propri risparmi nei prossimi 12 mesi. 

La voglia di spendere delle famiglie, dunque, sembra volgere al bello soprattutto se confrontata con il novembre dello scorso anno. In particolare nel settore del Tempo Libero crescono le previsioni di spesa e le intenzioni di acquisto per attrezzature fai da te e abbigliamento sportivo, ancora stabili le prenotazioni di viaggi e vacanze. Nel settore degli elettrodomestici, impennata per i piccoli elettrodomestici e l'elettronica di consumo (Tv, accessori, radio..) mentre per i grandi elettrodomestici c'è un lieve calo delle intenzioni di acquisto. Positivo il trend per informatica, telefonia e fotografia con una crescita di oltre il 2,5% nella telefonia. Nei veicoli cresce la previsione di acquisti di auto e moto nuove a scapito dell'usato. Nella casa aumenta l'intenzione di spesa per i mobili mentre calano i progetti di ristrutturazione e di acquisto di case nuove. Nell'efficienza energetica in calo l'intenzione di acquisto per gli impianti fotovoltaici ma aumenta la previsione di spesa (si prenotano meno impianti ma più costosi) mentre restano stabili le intenzioni per la sostituzione di infissi e serramenti, stufe e caldaie.

In realtà i dati aggregati parlano di una fiducia ancora debole, con il grado di soddisfazione verso la situazione italiana e personale ancora al di sotto di 5 punti su 10, dunque insufficiente. Tuttavia il livello di soddisfazione personale è cresciuto a 4,73 contro il 4,29 di due anni fa, mentre la soddisfazione per la situazione italiana è al 4,02 contro il 3,2 di due anni fa. Dunque insufficienza, ma sempre più vicina al recupero, anche se ancora lontana dai livelli pre crisi.

Focus mensile sul caso Volkswagen e le sue ripercussioni sui consumatori italiani. Il 40% degli intervistati ritiene che lo scandalo "avrà dure ripercussioni" sul mercato delle auto diesel, anche se il comportamento della casa tedesca viene giudicato da 2 interpellati su 3 "abituale da parte di tutte le aziende automobilistiche". Per contro il 60% del campione non esclude di poter acquistare un auto diesel in un prossimo futuro. 

Giovanni Medioli
Giovanni Medioli, giornalista esperto di finanza e credito, blogger, coordinatore della “Guida del Sole 24 Ore a Basilea 2” e coautore della “Guida Pratica del Sole 24 Ore al credito alle Pmi”.
Altri articoli
Gli autori dell'Impresa