l'Impresa in edicola
n° 02/2017
area abbonati

Attualità

"Artigiano in fiera" alla XXI^ edizione, le imprese del settore resistono alla crisi

9 dicembre 2016




Una dimostrazione degli artigiani di un'impresa pasticcera.

In occasione della XXI edizione de "L'Artigiano in Fiera", in corso fino a domenica 11 dicembre alla Fiera di Rho, la Fondazione per la Sussidiarietà conferma una tendenza già evidenziata nel 2015 con una ricerca guidata da Paola Garrone (Politecnico di Milano) e Gianmaria Martini (Università degli Studi di Bergamo), ovvero che l'artigianato resiste alla crisi e si rileva tra i fattori di tenuta nella difficile congiuntura economica. Nel dettaglio, il 78% delle imprese del campione dichiara che, negli ultimi 10 anni, il fatturato non è diminuito mentre l'87% ha mantenuto i livelli occupazionali pre-crisi. Merito, da un lato della propensione alla internazionalizzazione (il 55% delle imprese dichiara di realizzare parte del fatturato all'estero) e all'innovazione (il 68% ha introdotto, negli ultimi anni, un sistema di vendite online).
I comportamenti ritenuti più importanti dalle imprese artigiane sono qualità, unicità e originalità. Il 93% del campione ritiene, per esempio, che l'impresa debba utilizzare materie prime di qualità. Il 60% pensa, inoltre, che l'impresa debba anche valorizzare i rapporti con il territorio. «È una ricerca che dà speranza - ha dichiarato Antonio Intiglietta, presidente di GeFi. - Gestione Fiere Spa, la società che organizza la manifestazione - perché dimostra come un settore vitale per l'economia italiana non solo abbia saputo reagire alla crisi, ma anche uscire con coraggio dai confini del localismo per navigare nel grande mare della globalizzazione».

Anche quest'anno la più grande manifestazione internazionale dell'artigianato sta registrando una massiccia affluenza di pubblico grazie alle varie attività che in questi 21 anni l'hanno resa famosa: dalla ristorazione alle danze popolari, dalle scuole di cucina ai corsi della creatività. Oltre tremila gli stand espositivi delle micro e piccole imprese artigiane provenienti da più di trenta Paesi. Un viaggio multisensoriale in 310mila metri quadrati di superficie espositiva, che coinvolge anche olfatto e gusto grazie agli stand enogastronomici e alle proposte della ristorazione da tutto il mondo: basterà sedersi in uno dei 41 ristoranti o nelle 24 "piazze e luoghi del gusto" per percepire profumi, odori e sapori di Paesi esotici o dei vicoli dei borghi più caratteristici d'Italia. Chi ama la buona tavola, per la prima volta, potrà partecipare alle "Scuole di cucina", vera novità di quest'anno. I cuochi dei territori - veri custodi di ricette tramandate di generazione in generazione - terranno oltre 50 lezioni dimostrative e spiegheranno la preparazione delle specialità tipiche. Corsi gratuiti e senza iscrizione per imparare a preparare a casa una delle tante pietanze assaggiate in fiera: dai maestri dell'Accademia del pizzocchero, che mostreranno come cucinare la pasta fresca valtellinese, sino alla preparazione del mojito, tipico cocktail cubano passando per i segreti dell'arte del taglio del jamon iberico. Tra le aree speciali di questa edizione si segnalano "Moda & Design", "Abitare la Casa" e il rinnovato "Salone della Creatività". Nell'area "Moda & Design" sono protagoniste l'intraprendenza e l'entusiasmo dei giovani. I visitatori potranno scoprire la qualità dell'arte sartoriale e incontrare i talenti emergenti che, recuperando la tradizione artigiana, realizzano prodotti innovativi legati al design e al complemento d'arredo.
"Abitare la casa" è invece lo spazio dedicato all'arredamento artigianale di qualità - dall'arte povera allo shabby chic - che rappresenta un vero punto di riferimento per chi cerca soluzioni su misura per la propria abitazione. Nel padiglione 6, infine, andrà in scena il "Salone della creatività", un'area pensata per gli appassionati del fai da te e dell'hobbistica, che include oltre cento corsi per imparare un hobby e metterlo a frutto.

Marco Todarello
Calabrese trapiantato a Milano, classe 1976. Giornalista professionista, scrive di politica ed economia. Per L'Impresa on line segue il mondo del business travel e del turismo congressuale.
Gli autori dell'Impresa