In edicola
n° 11/2017
area abbonati
Archivio articoli
2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010
Autori
Acoté Massimiliano Cannata Daniele Chieffi Giampaolo Colletti Paola Conversano Luigi Dell'Olio Vito Di Bari Antonio Dini Emanuele Facile Gaia Fiertler Giovanna Guercilena Giovanni Medioli Giorgio Neglia Andrea Notarnicola Letizia Olivari Maria Cristina Origlia Daniela Ostidich Paola Stringa Marco Todarello Danilo Zatta
Il Sole 24 Ore Shopping 24

News

Speed MI Up a caccia di startup innovative

7 marzo 2017




Speed MI Up cerca 15 nuove imprese dalle idee solide, potenzialmente internazionali e innovative, non necessariamente sotto l'aspetto tecnologico. Le startup possono accedere ai servizi dell'incubatore di Università Bocconi e Camera di Commercio con la partecipazione del Comune di Milano (www.speedmiup.it) tramite il bando che si aprirà lunedì 6 marzo e si chiuderà venerdì 14 aprile 2017. 

Imprese e aspiranti imprenditori che supereranno la selezione potranno usufruire di servizi ad alto valore aggiunto: tutorship continuativa espressa da docenti Bocconi; business review periodiche condotte da qualificati Advisory Board; formazione espressamente dedicata alle startup curata da docenti Bocconi, SDA e Formaper; servizi tecnici di alta qualità; Consulting Bureau su temi legali, di finanziamenti pubblici, marketing e digital media; networking con investitori; eventi di knowledge sharing. 

Fra i partner di Speed MI Up impegnati a supportare le startup vi sono PwC (consulenza su temi fiscali e legali), UBI Banca (accesso agevolato al credito), Innovhub (servizi per l'innovazione), Conlabora (supporto nella partecipazione a bandi pubblici di finanziamento), MediaMatic (piani di comunicazione digitale), Imageware (comunicazione e media planning), Aruba (cloud computing). A partire da questo bando si aggiungono due nuovi partner: Amazon Web Services per i servizi di cloud computing e Studio Franzosi Dal Negro Setti per i servizi legali che vanno dalla scelta del modello societario alla valutazione delle forme di finanziamento. 

I beneficiari del bando di Speed MI Up sono aspiranti imprenditori e imprese attive da meno di 20 mesi. La selezione avverrà in base a un elevator pitch (un video di massimo 3 minuti), un business plan, il cv di partecipanti/soci. Suwww.speedmiup.it è disponibile un videocorso di 12 ore per l'elaborazione del business plan e le istruzioni per la realizzazione del video dell'elevator pitch. 

Si tratta del nono band di Speed MI Up. Inaugurato nel 2013, l'incubatore vanta storie di successo come Cercaofficina.it (ricerca preventivi online per riparazioni auto), D1 Milano (orologeria), Diferente (drink analcolici), My Cooking Box (lo «chef in scatola»), One Tray (vassoi portaoggetti per i check di sicurezza in aeroporto), Quattrocento (e-commerce di occhiali), Mind The Gum (integratore alimentare sotto forma di chewing gum), Wash Out (servizio di autolavaggio a domicilio senza acqua). 

Speed MI Up non entra nel capitale della startup preservandone nel tempo il valore e la libertà imprenditoriale. Offre un percorso di accompagnamento al mercato tramite due anni di incubazione e altri cinque durante i quali le startup continuano a usufruire di alcuni dei servizi messi a loro disposizione. Prossimamente, una terza sede di Speed MI Up in Via Bocconi affiancherà le due esistenti in Via Gobbi 5 e in Via Achille Papa 30.

Redazione
Rivista Italiana di Management, fondata nel 1959.
Altri articoli
Gli autori dell'Impresa