In edicola
n° 05/2017
area abbonati
Archivio articoli
2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010
Autori
Acoté Massimiliano Cannata Daniele Chieffi Giampaolo Colletti Paola Conversano Luigi Dell'Olio Vito Di Bari Antonio Dini Emanuele Facile Gaia Fiertler Giovanna Guercilena Giovanni Medioli Giorgio Neglia Andrea Notarnicola Letizia Olivari Maria Cristina Origlia Daniela Ostidich Paola Stringa Marco Todarello Danilo Zatta
Il Sole 24 Ore Shopping 24

Attualità

Nasce "MyVisto", la piattaforma che connette imprese e creativi

26 aprile 2017




Luca Argentero durante la presentazione di MyVisto a

«Tra le start up che offrono la connessione tra aziende e creativi dell'audiovisivo, siamo stati i primi ad unire la potenza della comunicazione video e la potenza della condivisione offerta da nuovi strumenti come i social network». 

Così Luca Argentero ha spiegato la nascita di MyVisto, durante la prima edizione di Tempo di Libri, a Fiera Milano. È una piattaforma web dove si svolgono contest proposti da aziende inserzioniste che offrono al popolo del web - registi, videomakers o semplici appassionati - l'opportunità di raccontare un prodotto, e al contempo di premiare l'inventiva di giovani creativi per giocarsi una vera opportunità di carriera nel campo della produzione video e dell'entertainment. 
«Abbiamo scelto il nome MyVisto proprio perché per le aziende è un modo di raccontare il loro brand in modo innovativo, sperimentare nuovi punti di vista che poi sono quelli della gente - ha detto l'attore torinese durante l'evento di presentazione - così ogni impresa può leggere meglio il proprio brand value e sa cosa pensano le persone di un prodotto o di un servizio».

MyVisto funziona così: quando l'azienda lancia un tema sulla piattaforma web, videomakers e registi sono chiamati a trasformarlo nel soggetto di un videoracconto su un prodotto o un valore aziendale.
Una volta caricati sulla piattaforma, vengono selezionati i 10 video più votati on line. Tra questi l'azienda sceglie il vincitore, al quale corrisponde un compenso di 3.000 euro. Inoltre l'azienda può scegliere altri video meritevoli e premiarli con 500 euro cadauno.
MyVisto è stato fondato dall'imprenditore torinese Paolo Tenna, ora amministratore delegato della società, e dallo stesso Luca Argentero. 

«Abbiamo creato questa piattaforma - commenta Paolo Tenna, amministratore delegato di MyVisto - per avvicinare i brand agli utenti della rete e per offrire alle aziende un linguaggio innovativo per parlare al proprio target, premiandola creatività del popolo del web. A seguito dell'esperienza nel mondo del Product Placement, abbiamo immaginato di allargare questa opportunità agli utenti della rete, diventando brand ambassador dell'azienda inserzionista. 
Non essendo necessario un curriculum per l'iscrizione al contest, le aziende avranno l'opportunità di assegnare compensi senza farsi condizionare dal background del creatore di contenuti. Una forma  meritocratica per facilitare l'accesso al mondo della produzione video, anche a chi ancora non ne fa parte. Nel prossimo biennio ci siamo posti l'obiettivo di distribuire 400.000 euro di compensi a favore di giovani talenti, videomaker e creativi, anche al fine di generare nuove opportunità lavorative. Ad oggi hanno accolto la sfida 16 aziende, i videomakers registrati sono più di 1.000 e gli utenti votanti 30.000. I video prodotti ad oggi sono 850».

«La collaborazione con Paolo Tenna - conclude Luca Argentero nasce da anni di confronto sul tema del Product Placement. Con Paolo abbiamo collaborato in tanti film e spesso ci siamo domandati se ci fossero possibilità di immaginare nuovi modi di interpretare questo tema. MyVisto è nata così, cercando di cambiare il punto di vista sul tema della collaborazione tra brand, creativi e consumatori. Ora inizia la vera sfida e siamo curiosi d vedere in quanti la raccoglieranno». 

Queste le aziende che fino ad oggi hanno aderito al progetto: Esi, Fiat Torino Auxilium, Fior di Loto, Galup, Gianluca Mech / TisanoreicaGomgel/ Milmil, Harmont & Blaine, Il Buon Riso, Inalpi, Molecola, Orogel, Simecom, Tempo Di Libri, Tigros, Viasat. 

Marco Todarello
Calabrese trapiantato a Milano, classe 1976. Giornalista professionista, scrive di politica ed economia.
Gli autori dell'Impresa